6.3 RFID e Bar Code a confronto

Dopo avere elencato tutti i pregi e i difetti della tecnologia RFID risulta più semplice fare un confronto tra la tecnologia dei codici a barre e quella dei transponder. Tale confronto è schematizzato nella seguente tabella 6.1 [CER04]:

 
CODICI A BARRE


TRANSPONDER  RFID

La modalità di accesso è di sola lettura.

La modalità di accesso è di lettura o scrittura

Il codice a barre deve essere direttamente visibile al lettore.

Reader e transponder non necessitano di un contatto visivo.

La lettura dei codici a barre è sequenziale, è possibile cioè identificare un prodotto alla volta.

Un reader è in grado di comunicare anche con centinaia di tag in pochi secondi, grazie agli algoritmi di anticollisione.

La distanza massima di lettura è di poche decine di centimetri.

La distanza massima di lettura è dell’ordine dei metri nei tag passivi e dei chilometri nei tag attivi.

La quantità massima di informazione memorizzabile è di 100 byte

I tag passivi memorizzano da 128 byte
a 8 Kbyte di informazioni; i tag attivi possono arrivare a 32 Kbyte.

I lettori sono estremamente sensibili ad alterazioni ottiche, abrasioni e macchie.

I lettori sono totalmente insensibili allo sporco e a qualsiasi tipo di illuminazione presente.

In fase di lettura sono richiesti angoli di lettura predefiniti; l’operazione deve essere svolta inoltre a velocità praticamente nulle.

I transponder possono assumere qualsiasi orientamento durante la lettura o la scrittura; esse possono inoltre avvenire con transponder in movimento.

Esistono 26 tipi di codifica differenti impiegati a seconda del paese o del campo di applicazione dei codici a barre.

L’UId dei transponder è un codice unico a livello mondiale. L’unicità è garantita direttamente dai produttori dei chip.

Non esistono particolari sistemi di sicurezza.

La sicurezza dell’accesso alle informazioni è garantita da sistemi di crittografia.

Duplicare un codice a barre è estremamente semplice.

Duplicare un transponder è praticamente impossibile

Il costo di un codice a barre è praticamente nullo.

Il costo di un transponder è ancora proibitivo per alcuni campi di applicazione.

Tab. 6.1  Confronto tra la tecnologia RFID e bar code

Questo confronto dimostra che è molto probabile che il sistema RFID sia destinato a sostituire il tradizionale sistema a codici a barre nell’ambito degli strumenti di identificazione dei prodotti.
Le funzionalità dei transponder sono infatti molto superiori a quelle del bar code e determineranno una vera e propria rivoluzione nel campo dell’identificazione che diventerà:

  • Automatica (nel vero senso della parola); poiché la lettura del transponder non richiede alcuna attività manuale.
  • Univoca; poiché il codice interno di ogni tag permette di identificare individualmente il transponder.
  • Incrementale; poiché le informazioni contenute nel tag possono essere modificate e aggiornate a seconda delle necessità.

<< Sezione precedente                                                           Sezione successiva >>