3.7 Interfacciamento con sistemi informativi

Per potere effettivamente sfruttare le potenzialità di un sistema RFID il reader viene di solito collegato ad un Personal Computer che è in grado di elaborare le informazioni relative ai transponder tramite specifiche applicazioni.
Il sistema di connessione e comunicazione con il PC si basa sullo standard di comunicazione delle porte RS232 (fig. 3.24). Tutti i sistemi operativi supportano questo standard estremamente semplice che è stato, prima dell’avvento dell’USB, frequentemente utilizzato ad esempio per la connessione di modem esterni, stampanti e mouse [PATb].


Fig. 3.24  Porta RS232 a 9 poli

In generale, le comunicazioni tra due dispositivi possono avvenire in diverse modalità [OBE04]:

  • Simplex:  i dati viaggiano sempre in una sola direzione, come le automobili su una strada a senso unico. Questa modalità è utilizzata, ad esempio, nei canali televisivi.
  • Half-Duplex: i dati viaggiano in entrambe le direzioni, ma utilizzano lo stesso canale, come le automobili su una strada a senso unico alternato. Questa modalità è utilizzata, ad esempio, nelle comunicazioni a radiofrequenza Walkie-Talkie e City Band (CB).
  • Full-Duplex: i dati viaggiano in entrambe le direzioni, anche contemporaneamente, come le automobili su una strada a due sensi di marcia. Per questa modalità è indispensabile avere due canali differenti per la trasmissione e per la ricezione.

Lo standard RS232 è stato predisposto per la comunicazione Full-Duplex, ma può essere utilizzato anche in modalità Half-Duplex.
Nei sistemi RFID l’interfacciamento tra reader e PC può avvenire correttamente anche in modalità Half-Duplex. Un caso semplificato può infatti essere il seguente [PATb]:

  • Il PC apre la porta di comunicazione.
  • Il PC comunica al reader di iniziare la lettura.
  • Il reader legge i tag.
  • Il reader comunica al PC i codici identificativi dei transponder letti oppure comunica di non avere letto nulla.
  • Il PC processa le informazioni ricevute e chiude la porta di comunicazione.

Naturalmente esistono molte varianti di questo processo. Ad esempio, il PC può comunicare al reader di leggere continuamente i transponder che sono in zona, cosa che può essere sfruttata in un sistema di controllo degli accessi a determinate aree da parte di persone con transponder attaccati ad indumenti.
Recentemente sono stati immessi sul mercato reader che hanno la possibilità di connettersi al PC anche tramite USB e Bluetooth. Questi reader sono più costosi di quelli che utilizzano lo standard RS232, ma hanno il grande vantaggio di potersi connettere al PC senza l’utilizzo di cavi e a distanze che possono arrivare anche a 20 metri [SOFa].


<< Sezione precedente                                                           Sezione successiva >>